I dosatori a lambimento per regolare la quantità di prodotti chimici in piscina

I dosatori a lambimento funzionano secondo il semplice principio dell’acqua che lambisce il prodotto chimico (che deve necessariamente essere solido) contenuto in un recipiente, caricandosi di sostanza chimica.

Si va dai più semplici contenitori galleggianti, che vengono deposti sulla superficie dell’acqua della piscina, a quelli più complessi montati sulla linea di mandata dell’impianto di filtrazione. In ogni caso il principio di funzionamento è sempre lo stesso.

La quantità di prodotto chimico rilasciata nell’acqua varia a seconda sia della quantità di prodotto contenuta nel recipiente sia della quantità di acqua che viene immessa nel recipiente stesso. Questa quantità è regolata da semplici valvole manuali che possono essere aperte o parzialmente chiuse oppure da elettrovalvole che regolano la quantità di acqua da far fluire nel lambitore.

Nei casi ove è richiesto un dato livello di precisione nel dosaggio, dopo l’elettrovalvola è posto un flussimetro che consente di controllare la quantità di acqua che scorre attraverso il lambitore. Questo tipo di apparecchiatura è sicuramente meno precisa rispetto alle pompe che regolano il dosaggio di prodotti liquidi, ma presenta indiscutibili vantaggi quali quello di poter utilizzare prodotti chimici in forma solida senza doverli sciogliere in soluzione, procedura non priva di rischi per gli operatori e per l’ambiente.

I lambitori sono destinati all’utilizzo di pastiglie di tricloro isocianurato. Quando in un impianto sono montati questi apparecchi, quindi, nella stragrande maggioranza dei casi, vengono utilizzati per la disinfezione prodotti a base di acido cianurico. L’utilizzo dei lambitori presenta non poche criticità per quanto riguarda la sicurezza degli operatori, che sono esposti a vapori di cloro gas e devono sempre indossare una vera e propria maschera antigas a carboni attivi, che deve venire catalogata e mantenuta in modo appropriato affinché sia sempre in efficienza.

Questa voce è stata pubblicata in Analisi dell'acqua della Piscina. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Perché?